Mario Testino, madre irlandese e padre italiano, nasce a Lima (Perù) il 30 ottobre 1954 all’interno di una famiglia borghese.

Nel 1976, all'età di 22 anni, si trasferisce a Londra nei pressi di Trafalgar Square, stabilendosi in un appartamento all'interno di un ospedale abbandonato.

Per riuscire a sbarcare il lunario inizia a “trattare” con aspiranti modelle vendendo portafogli, cappelli e l'occorrente per il make-up poi, poco a poco, la sua passione per la fotografia comincia a emergere, trasformandolo in uno dei maggiori fotografi di moda.

Nella sua carriera ha contribuito in maniera determinante al successo delle campagne pubblicitarie di alcuni tra i maggiori stilisti mondiali, oltre che di case di moda e grandi firme come Burberry, Gucci, Calvin Klein, Dolce & Gabbana, Roberto Cavalli, Yves Saint Laurent, Valentino, Versace, tanto per citarne alcune; molto noto nel suo ambiente, le sue fotografie sono state sulle maggiori copertine del settore.

Da tempo collabora con riviste come “Vogue”, “The Face” e “Vanity Fair” per edizioni di ogni paese, dall'America alla Francia, passando per l'Italia; le sue fotografie sono vere magie perché riesce a rendere al meglio chiunque sia immortalato.
 
 
Il suo stile è definito “realismo di lusso”, odia il fotoritocco e la bellezza delle immagini è tutta opera del duro lavoro in cui abbina toni e colori per far risaltare il personaggio di turno, rendendolo speciale e facendone trasparire la personalità.
 
Non è certo un caso se alcune celebrità haano fatto letteralmente a sportellate per farsi ritrarre: Naomi Campbell, Julia Roberts, Kim Basinger, Claudia Schiffer, Jennifer Lopez, Madonna (testimonial di Versace) e Kate Moss sono tra le sue preferite.

Testino è considerato anche il fotografo dei reali da quando nel 97' immortalò Lady Diana per la rivista “Vanity Fair”; a lei si sono aggiunti in tempi recenti il Principe di Galles, i Principi William e Harry, la Regina di Giordania Rania Al Abdullah. Nel 1998 è uscito il primo libro “Any Objections?“, bissato l'anno successivo da “Front Row Back Stage“ e “Alive” nel 2001.

Con il libro “Mario Testino: Portraits“ (2002) ha inoltre aperto la mostra londinese alla National Portrait Gallery mentre tre anni dopo è riuscito a esporre a Kensington Palace la mostra fotografica “Diana: Princess of Wales“ dedicata a Lady Diana, che proprio qui aveva la propria residenza.
 
 

Le sue opere hanno girato il mondo, non è un caso se nel 2010 ha esposto al Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid e due anni dopo al Museum of Fine Art in Boston; numerosi suoi lavori fotografici sono esposti al Victoria and Albert Museum di Londra, al Carpenter center for the Visual Arts di New York, e al FAAP di San Paolo in Brasile.
Torna alla home