COSTUME E SOCIETA'

COSTUME E SOCIETA'

Notizie dalla società, usi e costumi, viaggi, moda, arte, cronaca di ieri e di oggi, curiosità.

Francis Ford Coppola, il successo di un grande cineasta

Francis Ford Coppola

Francis Ford Coppola nasce a Detroit da una famiglia di origini italiane (i nonni erano di Bernalda (Mt)), il 7 aprile 1939.

Figlio del compositore Carmine Coppola, e dell'apprendista attrice Italia Pennino, scopre l'arte cinematografica a causa di una una malattia; a dieci anni è colpito dalla poliomielite e, la sua famiglia, per alleviarne il dolore e la quarantena, gli regala una scatola di marionette. Abilmente mette in piedi uno spettacolino, filmandolo successivamente con la cinepresa da 8 mm e scoprendo una nuova e travolgente passione.

Nel 1960 si laurea in teatro e drammaturgia alla Hofstra University quindi, studia cinematografia presso l'University of California, Los Angeles, nota con il nome di UCLA, dove inizia a girare i primi cortometraggi.

E' uno dei registi più completi in assoluto, capace di trattare argomenti “difficili” come la guerra (in particolar modo quella del Vietnam), passaggi storici come lo scandalo Watergate, ma anche argomenti scomodi come quello della mafia.




Nel 1963 produce il suo primo film, “Terrore alla tredicesima ora”, un horror-thriller con protagonista la famiglia Haloran, riunita nel proprio castello in Irlanda per ricordare la prematura scomparsa di Kathleen, la piccola di famiglia annegata anni prima. A mantenere alta la tensione ci pensano anomalie, avvenimenti misteriosi, e un maniaco che con un'ascia compie delitti in sequenza.

Numerosissime sono le pellicole di successo, i riconoscimenti, le nomination; tra i film vale la pena di ricordarne alcuni che spiccano per i risultati e l'essere divenuti classici della filmografia internazionale.

Il padrino
Nel 1972 “Il padrino” è l'opera di maggior successo (avrà un seguito con “Il padrino - parte II” nel 1974, e “Il padrino – parte III” nel 1990); inserito nei primi posti di ogni classifica dei migliori film di tutti i tempi, è tratto dal romanzo di Mario Puzo. Il cast di attori è di massimo livello, compaiono infatti Marlon Brando, Al Pacino, Diane Keaton e Robert Duvall e, la pellicola, vince tre Premi Oscar: miglior film, sceneggiatura e attore (Marlon Brando).

La storia, ambientata nella New York del 1945 dominata dalla mafia italo-americana, narra della famiglia Corleone e di un sistema in voga in quegli anni in America in cui, mafia, crimini, droga e omicidi, erano all'ordine del giorno. Tutto ruota intorno alla famiglia Corleone, dalle origini, fino alla morte del primogenito (Santino detto Sonny) assassinato dai rivali, giungendo fino alla scomparsa di Don Vito Corleone, il capostipite, che ha ormai eletto come successore il figlio Michael che, con astuzia riesce a eliminare tutti i capi rivali.

Nel 1979, Apocalypse Now, prendendo spunto da “Cuore di tenebra” di Joseph Conrad viene ambientato in Vietnam; a Saigon, Benjamin Willard, capitano dei servizi speciali, deve raggiungere e uccidere il colonnello Walter Kurtz, ex berretto verde, da tempo disertore che continua a combattere una guerra del tutto personale. Film cult, capace di ottenere due Premi Oscar per la fotografia e il sonoro, Palma d'Oro al Festival di Cannes, vede come attori principali Marlon Brando, Martin Sheen e Robert Duwall, senza scordare, seppur con una parte minore, Harrison Ford.

Nel 1983, I ragazzi della 56ª strada è tratto dal romanzo di Susan Hinton; Coppola trasporta su pellicola uno degli scenari dell'America degli anni sessanta, gli scontri tra giovani bande rivali che cercano di dominare le città, in questo caso Tulsa, nello stato dell'Oklahoma.

I Greasers, ispanico-americani fanno la parte dei poveri, in contrasto con i Socials, bianchi e ricchi, che vivono dalla parte opposta della città; in palio, come sempre, ci sono ragazze e territori della città mentre il tutto è condito da risse e violenze a go-go.

Tra gli attori, spiccano i giovani Matt Dillon, Tom Cruise e Patrick Swayze.

Dracula

Nel 1992 Francis Ford Coppola gira Dracula di Bram Stoker, tratto dall'opera dello stesso Stoker; ambientato inizialmente nel 1462, inquadra la storia e la figura di Dracula, conte rumeno della Transilvania che, dopo la morte della moglie suicida e dannata, rinnega Dio diventando un vampiro. La storia si sviluppa in seguito a Londra, nel 1897, dove il conte incontra la presunta reincarnazione della moglie in Mina Murray ma, invaghendosene, la risparmia dal farla sua simile, riprendendo slancio e vigore succhiando ripetutamente sangue dall'amica di lei, Lucy.

Il film, realizzato con effetti speciali non computerizzati, mostra una splendida ricostruzione di Londra dei tempi andati e delicate punte di romanticismo che però terminano con il conte decapitato e trafitto al cuore proprio da Mina; il cast, comprende Antony Hopkins, Winona Ryder, Gary Oldman e, con parti inferiori, due giovani attori che si faranno strada, Monica Bellucci e Keanu Reeve. Ottiene tre Premi Oscar: costumi, trucco e montaggio sonoro.

Non vanno scordati alcuni film e attori che con lui hanno lavorato: “Rusty il selvaggio” (1983) con Matt Dillon, Nicolas Cage (suo nipote) e Mickey Rourke, “Cotton club” (1984”) con Richard Gere, “Peggy Sue si è sposata” (1986) con Kathleen Turner, Nicolas Cage e Jim Carrey, “Tucker, un uomo e il suo sogno” (1988) con Jeff Bridges; leggermente sotto le aspettative sono stati “Jack” (1996) con Robin Williams, Bill Crosby e Jennifer Lopez e “L'uomo della pioggia” con Matt Demon e Danny De Vito L'ultimo film in ordine di tempo è stato “Twix” del 2011, con Val Kilmer.

Immagine di Francis Ford Coppola: Gerald Geronimo

Condividi post

Repost 0

Commenta il post