COSTUME E SOCIETA'

COSTUME E SOCIETA'

Notizie dalla società, usi e costumi, viaggi, moda, arte, cronaca di ieri e di oggi, curiosità.

Una giornata a Verona, cosa vedere?

Verona, romantica città d'arte, capoluogo di provincia della Regione Veneto, offre, anche a chi dovesse passarvi una sola giornata, molte sorprese. Racchiusa su se stessa, cela monumenti in angoli nascosti, scorci imperdibili e monumenti storici, l'architettura e la struttura urbana che la caratterizzano le hanno fatto meritare la nomina a Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Punto di partenza per chi volesse conoscerla è l'Arena, anfiteatro romano, terzo per grandezza solo dopo il Colosseo di Roma e l'Anfiteatro Capuano di Santa Maria Capua Vetere (Caserta); emblema della città è situata in pieno centro storico, in Piazza Bra, ed è circondata da numerosi bar e ristoranti che si affacciano sul monumento, un sito dove rilassarsi e al tempo stesso goderne del piacere visivo. Tutti i giorni può essere visitata anche all'interno, con costi che vanno dai 6 Euro per il biglietto intero, ai 4,5 Euro per il ridotto; l’orario va dalle 8,30 alle 19,30 (il lunedì apre alle 13,30), con eccezione dei giorni di spettacolo, opere liriche o concerti, in cui le visite terminano alle ore 16,30. Su Piazza Bra, oltre all’Arena e agli splendidi giardini, si affacciano anche altri palazzi storici appartenuti a epoche diverse, ne sono un esempio Palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri, sede del comune.
Costeggiando l'Arena, lasciandola sulla destra si procede lungo Via Giuseppe Mazzini, una strada piuttosto stretta, lunga e ben lastricata, una via storica che quest'oggi ha visto sorgere negozi da ambo i lati, la via dello shopping; si percorre fino alla fine, dove si incrocia la perpendicolare Via Cappello, svoltando a destra, dopo pochi passi sulla sinistra sorge la Casa di Giulietta: un piccolo e buio androne conduce al cortile interno dove è impossibile non ammirare e sostare sotto il noto Balcone. Come l’Arena, è visitabile con gli stessi orari e costi. L'ingresso del cortile e il portico sono colmi di graffiti, scritte e bigliettini amorosi lasciati negli anni dai visitatori, non un buon biglietto da visita per un luogo a dir poco emozionante. Tornati in Via Cappello, andando dalla parte opposta si giunge in un'altra piazza storica di Verona, Piazza delle Erbe, che sorge sopra il foro romano, e pare essere la più antica, e la più amata al mondo. Da sempre in questa piazza si tiene il mercato, in uno scenario da lasciare a bocca aperta, con la Fontana di Madonna Verona, Palazzo Maffei, Casa dei Mercanti, la Torre dei Lamberti (visitabile) che, dai suoi 84 metri sovrasta Verona e offre una vista mozzafiato, un giro di 360° sulla città.
Adiacente a Piazza delle Erbe ecco Piazza dei Signori, nota anche come Piazza Dante (per il monumento a lui dedicato), circondata da palazzi scaligeri uniti da arcate e logge; nei pressi della Chiesa di Santa Maria Antica, sorgono le Arche Scaligere, in cui è contenuta la tomba di Cangrande, Gran Signore di Verona a cui Dante dedica il Paradiso della Divina Commedia. Internamente è possibile visitarla con un costo del tutto irrisorio (2 Euro intero e 1 ridotto), solo nella stagione estiva (dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, esclusi i lunedì). Svoltando a destra, subito dietro la Chiesa, si arriva in Piazza Indipendenza e, lasciando la zona pedonale, si giunge finalmente all'Adige e nei pressi del Ponte Nuovo, nulla a che vedere con il Ponte Scaligero o con il Ponte di Pietra raggiungibili costeggiando il lungo Adige, andando verso sinistra, tenendo il fiume a destra. Dopo aver superato il Ponte di Pietra, attraverso Vicolo Sabbionaia si raggiunge il Duomo, la Cattedrale di Santa Maria Matricolare; riprendendo il lungo Adige, dopo Ponte della Vittoria si raggiunge finalmente il ponte più importante: Ponte Scaligero, dalle imponenti arcate e facente parte del complesso di Castelvecchio, interamente percorribile, che permette, attraversato l'Adige, di giungere ai Giardini Pubblici, l'Arsenale e l'omonima piazza. Castelvecchio, nato con il nome di Castello di San Martino in Aquano è un vero e proprio monumento militare ed è visitabile sia esternamente che all'interno (orari e costi come l'Arena e i principali monumenti della città), dove è allestito il museo civico contenente pitture, sculture, armi antiche, ceramiche. Lasciandoci alle spalle il castello, immettendosi in Via Roma, si torna in Piazza Bra dove sorge l'Arena; tutta questa parte della città è tranquillamente visitabile in una giornata senza perdersi nulla, anzi una vera passeggiata di piacere, tra storia, cultura, e modernità. Prima di lasciare la città, se c’è tempo, è possibile fare una visita alla Basilica di San Zeno (un po' fuori rispetto al resto dei principali monumenti) di origine romanica e la Tomba di Giulietta (4 Euro intero e 3 ridotto), custodita in un ex convento cappuccino in Via William Shakespeare. Immagini: © DoctorWho

Condividi post

Repost 0

Commenta il post